Roma e provincia

da 199 €

IVA INCLUSA
AQE da 129 €

Relazione Ex Legge 10 / 91 | ROMA E PROVINCIA

      La legge 10/91 "Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia"  impone di redigere a cura di un professionista una relazione tecnica da depositare nel comune. La relazione, asseverata da un tecnico Ingegnere o Architetto, sancisce i requisiti prestazionali minimi dell'involucro e degli impianti, si basa perciò sul calcolo e la configurazione di quanto progettato o progettabile, affinché risulti ammissibile e rispetti i requisiti di legge. E' obbligatoria per tutti i lavori, che prevedono costruzione, ampliamento residenziale o in linea generale interventi che interessano il sistema involucro-impianto. 

       Al suo interno vi sono definiti i fattori tipologici e i dati tecnici e costruttivi dell’edificio, delle strutture e degli impianti, e le prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico da rispettare in fase di costruzione (isolamenti, ponti termici, rendimenti impianti, ecc.). Il documento fornisce quindi informazioni relative alle prestazioni e al rendimento energetico del sistema edificio–impianti, considerando anche eventuali contributi provenienti da fonti rinnovabili. 

      Non esiste un elenco esemplificativo fornito dalla legge, riguardo l’obbligatorietà della redazione della relazione, spesso sono gli stessi Comuni a poter decidere sull'opportunità o meno del deposito della stessa. Tuttavia i casi per il quale è sicuramente obbligatoria sono definiti dalla legge.

Relazione Ex LEGGE 10

per interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente 

 

  1. edifici di nuova costruzione ed impianti in essi installati

  2. demolizione e ricostruzione di edifici esistenti

  3. ampliamento e sopraelevazione

  4. nuovi impianti installati in edifici esistenti

  5. ristrutturazione degli edifici e degli impianti esistenti con le modalità e le eccezioni sotto precisate:

  • ristrutturazione importante, dove con tale termine si intende un edificio esistente sottoposto a lavori in qualunque modo denominati (ad esempio: manutenzione ordinaria o straordinaria, ristrutturazione e risanamento conservativo) che insistono su oltre il 25%
    per cento della superficie dell’involucro dell’intero edificio, comprensivo di tutte le unità
    immobiliari che lo costituiscono (ad esempio: rifacimento di pareti esterne, di intonaci esterni, del tetto o dell’impermeabilizzazione delle coperture)
  • riqualificazione energetica di un edificio, dove con tale termine si intende un edificio esistente sottoposto a lavori in qualunque modo denominati (quali: manutenzione ordinaria o straordinaria, ristrutturazione e risanamento conservativo) ricadenti in tipologie diverse da quelle indicate per la ristrutturazione importante.

Relazione ex Legge 10, applicazione parziale o totale?

      Nel caso di ristrutturazione di edifici esistenti (per quanto riguarda i requisiti minimi prestazionali) è prevista un’applicazione graduale in relazione al tipo di intervento come segue:

APPLICAZIONE INTEGRALE A TUTTO L'EDIFICIO

  • ristrutturazione integrale degli elementi edilizi costituenti l’involucro di edifici esistenti di superficie utile superiore a 1000 m²
  • demolizione e ricostruzione in manutenzione straordinaria di edifici esistenti di superficie utile superiore a 1000 m²

APPLICAZIONE LIMITATA AL SOLO AMPLIAMENTO

dell’edificio nel caso che lo stesso ampliamento risulti volumetricamente superiore al 20 % dell’intero edificio esistente

APPLICAZIONE LIMITATA A SPECIFICI PARAMETRI

livelli prestazionali e prescrizioni, nel caso di interventi su edifici esistenti, quali:
  • ristrutturazioni totali o parziali, manutenzione straordinaria dell’involucro edilizio e ampliamenti volumetrici all'infuori di quanto già previsto alle lettere a) e b)
  • nuova installazione di impianti termici in edifici esistenti o ristrutturazione degli stessi impianti
  • sostituzione di generatori di calore (se di potenzialità superiore a 50 kW)

 

Casi di esclusione | Relazione Ex Legge 10

Sono però escluse dall'applicazione delle prescrizioni del dlgs 192/05 le seguenti categorie di edifici e di impianti:

  • gli edifici ricadenti nell'ambito della disciplina della parte seconda e dell’articolo 136, comma 1, lettere b) e c), del dlgs 42/2004 (codice dei beni culturali), solo nel caso in cui, previo giudizio dell’autorità competente al rilascio dell’autorizzazione ai sensi del codice di cui al predetto decreto, il rispetto delle prescrizioni implichi un’alterazione sostanziale del loro carattere o aspetto, con particolare riferimento ai profili storici, artistici e paesaggistici (salvo per quanto riguarda l’applicazione dell’attestazione della prestazione energetica degli edifici e l’esercizio, la manutenzione e le ispezioni degli impianti tecnici)

  • gli edifici industriali e artigianali quando gli ambienti sono riscaldati per esigenze del processo produttivo o utilizzando reflui energetici del processo produttivo non altrimenti utilizzabili

  • gli edifici rurali non residenziali sprovvisti di impianti di climatizzazione

  • i fabbricati isolati con una superficie utile totale < 50 m²

  • gli edifici che risultano non compresi nelle categorie di edifici classificati sulla base della destinazione d’uso di cui all’art. 3 del dpr 412/93, il cui utilizzo standard non prevede l’installazione e l’impiego di sistemi tecnici, quali box, cantine, autorimesse, parcheggi multi piano, depositi, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi

  • gli edifici adibiti a luoghi di culto e allo svolgimento di attività religiose

APE | ACE | AQE | Differenze

      L' A.P.E, Attestato di Certificazione Energetica (ACE secondo la vecchia denominazione – Attestato di Certificazione Energetica, prima delle modifiche del decreto 63/2013) è un documento, che descrive ed assevera le caratteristiche energetiche di un edificio, di una o più unità immobiliari.

      E' uno strumento di controllo che sintetizza tramite una scala, dalla classe energetica G alla migliore A4 (vecchia ACE da G ad A), le prestazioni energetiche degli edifici. L' Attestato di Prestazione Energetica (APE) non va confuso con l'Attestato di Qualificazione Energetica (AQE) richiesto al Direttore dei lavori, a seguito dei lavori di riqualificazione energetica, inclusivo di interventi di installazione di una caldaia, ove non ne fosse già presente una. Qualora l’immobile sia dotato di ACE in corso di validità, esso vale al pari dell’APE.

       Tutti gli immobili oggetto di Relazione Ex Legge 10, necessitano di AQE prima della fine dei lavori e di nuova APE.

Limiti prestazionali vigenti | RELAZIONE ex Legge 10

   Seppur si faccia riferimento alla legge del 91, i limiti prestazionali vigenti sono stati aggiornati fino al 2019. Quindi le prestazioni minime dei pacchetti murari e degli impianti devono adeguarsi ai limiti in essere.

I NOSTRI SERVIZI

ELABORAZIONE E ASSEVERAZIONE RELAZIONE EX LEGGE 10

NUOVE COSTRUZIONE, AMPLIAMENTI, RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

 

- Il servizio è rivolto sia ai proprietari, che ai colleghi progettisti

 

I prezzi partono da 249€ tutto incluso, per gli ampliamenti, ma i prezzi vengono preventivati in relazionane alla perplessità del progetto e del calcolo.

- Elaboriamo Relazioni e calcoli ex Legge 10, anche di una certa complessità impiantistica e progettuale in accordo con le direttive del progettista architettonico e delle necessità del necessità del proprietario. 

- Qualora sia necessario un sopralluogo in Provincia di Roma, si prevede una tafirffa base per le spese di spostamento.

Ex Legge 10    / 91

Relazione di calcolo asseverata

D.Lgs 192/2005 e s.m.i.

+ Sopralluogo
+ Elaborazione
+ Asseverazione
Contatto
Contatto
Contatto
  • LINKEDIN | PRATICHE EDILIZIE ROMA
  • FB | PRATICHE EDILIZIE ROMA
  • PRATICHE EDILIZIE ROMA | PINTEREST
  • PRATICHE EDILIZIE ROMA | GOOGLE
  • PRATICHE EDILIZIE ROMA | YELP
  • TWITTER | PRATICHE EDILIZIE ROMA
  • YOU TUBE | PRATICHE EDILIZIE ROMA

TEL.        06 211 280 96

EMAIL      info@praticheEdilizieRoma.com

FAX.         06. 21113746

P.IVA        IT13637311005

PRATICHE EDILIZIE ROMA

ING. PETROVAI OCTAVIAN

Viale Castro Pretorio 58, 00185

TERMINI | CASTRO PRETORIO

Solo su

appuntamento